Elemento grafico

CAPITOLO 27

La nostra unica scelta

 

La scelta è sempre tra migliorare o peggiorare. Non esiste purtroppo, in nessun ambito, una condizione di stabilità costante. Se continuerai a fumare peggiorerai. Se smetterai di fumare migliorerai, purché tu non abbia già raggiunto una condizione irreversibile e irreparabile. Questo è un punto che va visto nella sua totale semplicità. Non esiste nessun fenomeno immutabile destinato a mantenersi in una condizione stabile nel tempo. Qualunque fenomeno che può essere misurato, sperimentato o rappresentato su un diagramma o su un grafico, mostra sempre delle variazioni o delle tendenze, verso l’alto o verso il basso. Si può avere un miglioramento o un peggioramento così lieve da non essere facilmente percepibile, ma ciò nonostante si parla sempre di fenomeni che cambiano in meglio o in peggio. È così per il clima del pianeta, per la vita delle aziende, per l’economia di un paese ed è così anche per il tuo stato di salute: o migliora o peggiora.

Elemento grafico

Elemento grafico

Sperando che tu non abbia deciso deliberatamente di peggiorare (cosa possibile, ma non condivisibile), l’unica scelta che puoi fare è quella di chiudere con il vizio di fumare, in modo da poter riprendere in mano la tua vita. Ogni altra strada danneggia la tua salute, il tuo portafoglio, i tuoi rapporti interpersonali, la tua immagine e la tua serenità. Dunque, l’unica scelta vincente è smettere. Qualunque altra decisione non può renderti veramente felice o soddisfatto. Al contrario, spegnerà col passare del tempo ogni tuo entusiasmo, riducendo la tua autostima e la speranza di farcela.

Ricorda che fumare è una schiavitù e nessuno è mai stato felice di essere schiavo di qualcosa o di qualcuno.

Nei casi più gravi in cui è difficile smettere, è bene prendere in considerazione anche soluzioni alternative come, ad esempio, la possibilità di isolarsi per un po' di giorni o per un periodo più lungo andando in qualche rifugio montano oppure rivolgendosi a un centro antitabacco dove assistono le persone durante la disintossicazione. Non è poi così assurdo o difficile da realizzare: in fondo stiamo parlando della tua salute, una delle cose più preziose e importanti che hai. Persa quella, avrai perso tutto o quasi, pertanto qualsiasi sforzo è giustificato. Se altre soluzioni si rivelano inefficaci, isolarsi non è una decisione da scartare, ma la maggior parte dei fumatori troverà agevole smettere di fumare seguendo le indicazioni presenti in questo libro, continuando a fare la vita di sempre senza doversi allontanare da casa e dal lavoro.

Una piccola digressione. Il tuo organismo è stato bombardato per anni da sostanze tossiche. Per il bene del tuo corpo e della tua salute, per ottenere buoni risultati, è bene cercare di espellere la maggior quantità possibile di tossine accumulate nell’organismo. Il corpo lo fa già in maniera naturale. Un organismo molto intossicato, però, può perdere buona parte della capacità di ripulirsi e di espellere molti dei veleni accumulati. Non devi sottovalutare quest’aspetto. In molti casi, quando una persona legge questo libro e smette di fumare, rendendosi conto dell’enorme danno che ha causato al suo organismo, prova a riparare la situazione cercando il modo di rimettere in sesto il proprio corpo. Potresti impegnarti in un’attività fisica che ti metterebbe in condizioni di sudare, praticando, ad esempio, bicicletta da camera, corsa o sauna. Ovviamente, tutto dovrà essere bilanciato al grado d’intossicazione a cui hai sottoposto il tuo organismo: nessuno meglio di te può saperlo. Se sei stato un fumatore accanito, non puoi cavartela con una corsettina alla settimana (è sempre meglio di niente!). Frequentare una palestra o andare a correre a giorni alterni, è una soluzione accettabile. Lo scopo è sudare molto per espellere una maggior quantità di tossine rispetto al normale. L’attività fisica, inoltre, permette al sangue di penetrare adeguatamente e più a fondo nei tessuti, nutrendoli e ripulendoli maggiormente. Ricordati che quando ti alleni devi reintegrare le sostanze che perdi sudando. Se non lo fai possono apparire sintomi come giramenti di testa, fiacchezza, vertigini, come accade spesso d’estate. È, quindi, importante usare integratori minerali, proteine e vitamine per riequilibrare le sostanze che perdi sudando. In caso di sudorazione abbondante puoi assumere degli integratori anche durante l’attività fisica e, in ogni caso, non appena avverti i sintomi che ho appena descritto.

Elemento grafico

Elemento grafico

Una pratica molto diffusa fra atleti e sportivi, è quella di bere una bevanda a base di minerali e vitamine durante gli allenamenti. Su questo fronte, comunque, è bene affidarsi a un esperto che, dopo un’approfondita indagine, saprà consigliarti che tipo di attività praticare e cosa assumere. È raccomandabile anche l’uso di una sostanza o bevanda depurante che favorisca e velocizzi l’eliminazione delle tossine dal tuo corpo. Qui un buon erborista o fitoterapista, con un po' di esperienza alle spalle, può darti il miglior preparato disintossicante e purificante. Un piccolo consiglio frutto dell’esperienza: quando ti rivolgi a un medico, a un erborista o a un fitoterapista per questa situazione specifica, diffida di chi ti propone un programma o un prodotto senza indagare sul tuo caso, come pure dallo "specialista" che se ne sta dietro il bancone e si limita a dirti “Prenda questo”. L’esperto, per onorarsi di tale aggettivo, come minimo deve farti qualche domanda per conoscere almeno le informazioni basilari su di te come, ad esempio, l’età, da quanto tempo fumi, l’attività fisica che intendi svolgere, abitudini alimentari, stile di vita e altro ancora. In tal modo, oltre a proporti integratori o composti specifici, potrebbe consigliarti alcuni aggiustamenti da apportare alla tua alimentazione. Ricorda che una dieta sana ed equilibrata è fondamentale in questo momento della tua vita. Dovrai anche dormire un numero sufficiente di ore ogni notte per evitare di alzarti stanco e facilmente irritabile. Se non ti alimenterai in maniera sana e non dormirai abbastanza nel periodo d’astinenza, subirai troppi disagi: quelli dovuti all’aver smesso di fumare, quelli imputabili al senso della fame e quelli prodotti dall’assenza di riposo adeguato. Se non mangerai bene e non dormirai a sufficienza avrai alte probabilità di fallire. Sottovalutare questi consigli sarebbe un grave errore.

In questo senso, devi darti un po' di disciplina e stabilire delle regole che dovrai rispettare. Meglio se le scrivi: avranno un’efficacia maggiore. laughing

Comprendi ora che smettere di fumare e dire addio al fumo può essere semplice per alcuni e tremendamente impegnativo per altri. Molto dipende dalle tue condizioni fisiche e psichiche, dal grado di dipendenza, dalla determinazione e dagli obiettivi che ti prefiggi di raggiungere. Tuttavia, quando sarai perfettamente consapevole che fumare è un’attività dannosa e in molti casi letale, la tua unica scelta sarà di smettere, costi quel che costi. In realtà non costa nulla. Costa invece tenersi il vizio, e il tuo portafoglio e la tua salute lo sanno molto bene. embarassed

 


 

Indice del libro

 

Whatsapp